RISARCIMENTO PER PRECARI CHE HANNO PRESTATO SERVIZIO PER OLTRE 36 MESI

La sentenza della Corte europea è stata chiara: un docente con almeno 36 mesi di servizio deve essere assunto o ottenere un risarcimento. La modalità di assunzione che vige nel comparto scuola è illegittima, pertanto i ricorsi portati avanti dagli insegnanti che si ritrovano nella medesima situazione (e sono tanti) hanno pieno diritto di richiedere una somma di denaro corrispondente al danno arrecatogli e il riconoscimento degli scatti di anzianità che si sarebbero maturati con l'immissione in ruolo.

La Corte di Cassazione, con sentenza nr. 22552 del 7 novembre 2016 ha affermato che la reiterazione dei contratti a termine degli insegnanti e del personale ATA della scuola, costituisce un abuso se a causa dei diversi rinnovi contrattuali, la durata complessiva del rapporto di lavoro supera i 36 mesi. Pertanto, una proroga dei contratti oltre tale termine di 36 mesi deve considerarsi abuso che va sanzionato (e questo sia per il personale docente che per quello ATA)